Robert

Caro il mio Robert De Niro, sei uno che ci ha messo un po … ma poi la cazzata l’hai fatta! Mettere al mondo un figlio a 70 anni é una gran dimostrazione di egoismo. Ora non mi rispondere qui sul blog, so gia cosa diresti … altre cazzate !

Posted in Pensieri in volo

Il pasticcio di via Trevano

Posted in Pensieri in volo

Spegni le luci, chiudi gli occhi … notte serena.

 

Posted in Pensieri in volo

“casco” .. senza farmi male – Cdt 3.11.2011

Servono parole ?

Posted in L'altra Passione - MTB

Pensavo

Oggi pensavo. Oggi che sono felice; non tanto o poco, felice e basta, non si vende a etti la felicità, come quelli che “ti amo tanto”, “amo ma poco”, si ama Si o si ama No, punto.
Stavo dicendo, oggi che sono felice (zero etti), capisco che qualcuno mi doveva spiegare bene la strada, la sofferenza per amore per lavoro per sport per tutto quello che volete, insomma é normale é parte del viaggio é benzina. Oggi che sono felice capisco che non capivo, perché oggi che sono felice ho capito. Arrivato. Ma non fermato, ora non sono in cammino, ora volo! Cammino in punta di ali.

Oggi pensavo che son buoni tutti a fare sti ragionamenti, dopo.

Posted in Pensieri in volo

Fortuna

Venerdi. Dopo una settimana densa di persone maleducate, di inutili caxxate, di consapevole distanza da “quel” mondo che non mi appartiene.. beh, dopo tutto questo penso alla persona che AMO… e con questo Magnifico pezzo saluto e me ne vado, fine-settimana.

Posted in Pensieri in volo

Le persone, Le Nostre ragioni.

Negli ultimi anni mi capitato sempre piu sovente d’incontrare, parlare e relazionare con persone che POI ho capito importanti per la mia vita, alle quali vorrei spiegare CHI SONO … “perché sono cosi”, come vedo il mondo e come vivo con chi mi sta attorno, forse anche e proprio con loro. Le parole sono difficili da trovare quando non sei allo “stesso punto” del cammino, alcuni non hanno consapevolezza, oppure sono in cammino da poco, oppure sono ferme, o semplicemente non predisposte in quell’attimo… oppure l’esatto contrario, sono io fermo in quel momento, bloccato e non sono in grado di “spiegarmi”, nel vero senso del termine.
E’ un discorso, per finire, molto semplice… ma che forse non va spiegato ma vissuto, mangiato, raccolto, “messo via” tra le NOSTRE cose, quello che non facciamo toccare a nessuno.

Ho trovato “per caso” questo piccolo ma significativo video … voglio condividerlo con voi…

Posted in Pensieri in volo

Montegenerosobikemarathon 2011… “questione di testa”.

Pronti Via ! 5 km e inizia il diluvio universale, pioggia fitta che sembra fumo, due minuti e sono fradicio pure le scarpe fanno acqua. La temperatura scende sempre piu, inizio ad avere freddo. Si entra nei sentieri e la situazione é un delirio, fango alto 20 cm, discese impraticabili e a tratti molto pericolose, lunghi pezzi da percorre a piedi, per forza. Molti corridori si ritirano e giustamente tornano sul loro passi. Continuo…”questione di testa”. Si entra in Italia, si sale il Bisbino e smette e di piovere, ma sono sempre piu infreddolito e lento per via del fango, le ruote ad un certo punto si bloccato, il fango non le fa piu girare. Riscendo verso Lattecaldo, la discesa é un suplizio… Decido di affrontare anche l’ultima salita, il Dosso dell’Ora,.. “questione di testa”, …riprende a diluviare, inizio a battere i denti dal freddo e i crampi sono al limite. Arrivo in cima quasi stremato dal freddo, mi fermo quasi 20 minuti cercando di riprendere sensibilità a mani e piedi. Con le ultime forze affronto la lunga e dura discesa verso l’arrivo. Giungo al traguardo dopo 61km e 2300m/dislivello  in 6 ore, assurdo,.. ma più che giustificate queste ore dallo stato “Findus” del mio corpo, mai patito tanto freddo in vita mia, il motore si era spento dopo la prima ora di gara, solo la testa (e questa volta “non” ha ragione”) mi ha portato avanti. Devo ammettere che dopo tanti anni di ciclismo ancora non so dire “no, oggi si resta a casa”, e questa é stata un’altra prova.

Un GRAZIE enorme al mio Fans Club: Brice e Valeria per essersi sorbiti 2 ore di freddo ed aver sbagliato corridore illudendolo e poi abbandonandolo a se stesso, Lu per essere passata credendo di vedermi arrivare e poi giustamente aver mollato l’osso, in fine Raffaella … per essersi alzata alle 04:30, per avermi visto mangiare spaghetti alle 05:00, per le 6 ore ad aspettarmi al freddo e al gelo, ma soprattutto per il coraggio nel baciarmi all’arrivo !

Conclusione: é stata una sofferenza inutile, mesi di allenamento buttati in una cosa che non é piu mountainbike ma una camminata in ambiente ostile e quasi impraticabile. Vabbé … all’anno prossimo …che arrivi presto !!!

A questo punto divertiamoci: il video di un tratto di gara girato da un concorrente.

Posted in L'altra Passione - MTB

About ? a photo !

Articolista, blogger, redattrice free lance e ufficio stampa. Ma anche ironica, curiosa, un po’ freak, disillusa, a volte cinica. Un osso duro, insomma, o forse meglio: una goccia che spacca la roccia. Alla fine continuo a fare la “linguaccia”. Anna

Il fascinoso mondo blog di Anna, perché a volte siamo ad un clic da cio che dovremmo leggere.

http://aboutaphoto.blogspot.com/

Posted in Lascia il segno (foto commenti)

Passo del San Gottardo – la pace

Dopo tanti anni di ciclismo ancora mi mancava, scalare il Gottardo (sparti acque d’Europa) salendo la vecchissima strada in pavé, la Tremola. (leggete )

Non ho scelto la giornata migliore per farlo, metereologicamente parlando (tirava un vento fortissimo, ancora un sacco di neve e sulla Cima, 2091m/sm, facevan si e no 3 gradi), ma questi disagi han fatto si che mi trovassi SOLO per tutta la salita. Devo ammettere che il massiccio del Gottardo é davvero imponente, mette quasi soggezione, io piccolo piccolo che da sotto guardavo la cima, il vento gelido, le marmotte che fischiavano il mio arrivo (forse, anzi sicuramente, stavo disturbando),… la PACE.

Non aggiungo altro … solo le poche fotografie che ho potuto scattare nelle brevissime pause rese tali dal troppo freddo.

Posted in L'altra Passione - MTB